Il Corso di Alta formazione in Management del Turismo Lento e Sostenibile è uno dei percorsi formativi più innovativi a livello nazionale nello scenario delle specializzazioni professionali. Il Corso ha l'obiettivo di formare manager pubblici e d'impresa con competenze specialistiche nella mobilità dolce, in equilibrio tra le esigenze delle comunità locali, cittadini, domanda evoluta dei mercati turistici e offerta territoriale.
I giovani partecipanti alla prima edizione del Corso hanno accettato la sfida di camminare sulla frontiera dell'innovazione, ovvero di farsi pionieri di una professione che ancora non riscontra pieno riconoscimento disciplinare, ma siamo certi che saranno in grado di garantire massima soddisfazione agli Enti e alle Imprese che sceglieranno di avvalersi delle loro competenze.

Federico Massimo Ceschin

DIRETTORE DEL CORSO PRESSO ITS TURISMO PUGLIA
E SEGRETARIO GENERALE DI CAMMINI D'EUROPA

Contenuti del corso

Il percorso biennale costituisce un'offerta formativa multidisciplinare in grado di fornire modelli conoscitivi e strumenti di management avanzati che consentono agli studenti di progettare, implementare, governare ed animare itinerari culturali, ciclovie e cammini e di “agitare” il territorio offrendo accoglienza turistica orientata alla mobilità dolce, che costituisce un segmento sempre più svoluto e interculturale, anche in virtù dei nuovi strumenti tecnologici innovativi nel campo della comunicazione e del marketing.

Le competenze acquisite permetteranno di svolgere attività di consulenza a sostegno di processi decisionali di organizzazioni pubbliche e private nei percorsi di infrastrutturazione, di mobilità dolce, di piani per la mobilità sostenibile e di mobility management, di costruzione di servizi e attività di promozione e marketing, assumendo ruoli di direzione e gestione nelle imprese, tour operator specializzati, organizzazioni che operano in collaborazione con il sistema turistico pubblico impegnate in progetti di sviluppo locale.

PROFILI PROFESSIONALI

Il percorso affronta il tema dell’imprenditorialità e consulenza al settore pubblico e privato, attraverso l’utilizzo e la valorizzazione di metodi ed approcci innovativi legati alle nuove tecnologie, favorendo l’apprendimento delle metodologie proprie anche della progettazione europea. L’offerta di servizi ad alto valore aggiunto in termini di esperienza, incontro e narrazione di territori completerà il profilo e sarà tesa a promuovere una dimensione fortemente “glocal” di essi, ma al tempo stesso sentiero locale e programma internazionale.

Il corso ha una durata di 2000 ore totali, di cui circa il 45% di stage. La didattica prevede diversi laboratori, case studies anche in contesti lavorativi, attività seminariali, visite didattiche e aziendali e project work. Le docenze sono svolte per oltre il 50% del monte ore complessivo da professionisti ed esperti provenienti dal mondo del lavoro e delle professioni con esperienza pluriennale.